/ita/ - Sezione Italiana

Lupi Italiani, Memi Ilari, Ritratti di Rita Ciano, False Bandiere

Server and LynxChan upgrade done. Canary update and a general address soon. -r

Max message length: 6144

Drag files to upload or
click here to select them

Maximum 5 files / Maximum size: 20.00 MB

More

(used to delete files and postings)


In caso di morte apparente della sezione, ripiegate su https://anonfiles.com/72h1G94dpf/


Open file (143.20 KB 1400x788 nazismo-comunismo.jpg)
Affinità e divergenza tra Fascismo e Comunismo: il filone finale Lupo Lucio 02/07/2024 (Wed) 16:42:44 ID: fcb044 No.20007
E per traslato inclusi i loro parenti stretti socialismo e Nazionalsocialismo. C'è chi dice siano la stessa cosa e chi dice siano totalmente opposti. Al dibattito l'ardua sentenza.
Finalmente un filone di discussione dopo una lunga pausa. Beh, la dittatura c'è in entrambe, lo vogliano o no, e anche l'eliminazione delle opposizioni. La differenza sta che nel fascismo/nazismo c'è il controllo dell'economia (cioè leggi che dirigono l'economia, ma le aziende rimangono in mano privata), mentre nel comunismo proprio tutto è dello stato. Sembra una cosa da nulla ma non è così: nel comunismo dopo un po' una gigantesca corruzione è inevitabile. Nel fascismo/nazismo o le aziende si accordano con lo stato per la repressione dei lavoratori o fanno fuori il governo, o entrambe.
>>20008 Confesso che sono andato a cercarmi la teoria economica nazista perché anche io mi ricordavo della vicinanza dell'industria tedesca con i vertici nazisti ma, non solo non ho trovato i riferimenti che cercavo ai magnati dell'acciaio, ho trovato invece un lungo elenco di similitudini col socialismo (i casi della Volkswagen e della Fanta ad esempio) che fanno pendere l'asticella nella parte opposta a quella che dici. Non sto dicendo che tu non dica il ero solo che in realtà siamo ancora dalle parti di un socialismo più o meno morbido in cui la proprietà privata rimane a legittimi proprietari solo finché questi seguono i dettami del partito.
>>20009 Certo certo, poi la storia ci insegna sempre che ogni periodo è un fenomeno a sé.
>>20009 Tra l'altro, mi chiedo chi abbia fatto la quaterna (20000), probabilmente uno venditore ambulante di droga/documenti falsi, che disgrazia.
>>20011 mangi mango autismo
La dicotomia è tra socialismo e repubblica. La repubblica sono i cittadini che in qualche modo non necessariamente democratico amministrano la cosa PUBBLICA. Il socialismo è qualcuno che ritiene che lo stato sia più importante del singolo e si debba occupare di tutto, educazione salute pensioni etc. Emerge chiaramente che la differenza di dominio rende il socialismo più pericoloso. Per me la discussione finisce qui, perché è come decidere se sia il bambino coi capelli rossi o quello coi capelli neri il più idoneo a maneggiare una pistola carica
>>20011 La ha fatta uno che ha postato qui dai tempi di 8ch e quel 20000 celebra il traguardo raggiunto, tra l'altro con una foto non a casaccio
>>20014 >La repubblica sono i cittadini che in qualche modo non necessariamente democratico amministrano la cosa PUBBLICA >I cittadini non hanno nessuna voce in capitolo né con referendum né con altri strumenti per prendere posizioni su tasse e trattati internazionali >Ad un certo punto si sono ritrovati un'altra bandiera oltre il tricolore senza nemmeno aver detto niente Prima o poi toccherà ammettere che questa così detta "repubblica" non è altro che la vecchia monarchia in cui i funzionari passacarte hanno fatto un colpo di mano e sostituito "presidente della repubblica" dove prima c'era scritto "re".
>>20016 Barando al plebiscito tra l'altro.
Open file (69.72 KB 474x362 3380015856.jpeg)
>>20016 comprendi questo stulte
Open file (74.67 KB 373x500 miga.jpg)
>>20008 >Nel fascismo/nazismo o le aziende si accordano con lo stato per la repressione dei lavoratori Questo è il tuo cervello sui libri di storia scritti dai (((vincitori))). La gran parte dei benefit e dei diritti dei lavoratori li ha letteralmente introdotti pittura relata, ignorante e supponente che non sei altro.
Open file (432.44 KB 800x1053 d.jpg)
>>20023 scusa ma il welfare non è una esclusiva italiana, quindi Mussolini ha introdotto quello che i suoi avversari presunti introducevano altrove. Personalmente sono convinto che le pensioni siano un'ottima idea in quanto praticamente unico metodo di vero trickle down. Detto questo, hanno anche oliato pesantemente lo scivolo verso la società dalla famiglia atomizzata, e il depopolamento. I diritti li hanno introdotti anche i giacobini della rivoluzione francese, vedi immagine e gioca a trovare simboli massonici. Lo facevano per benevolenza? no e la riprove ne è che dal 1989, bicentenario della rivoluzione, gli stessi poteri che li hanno introdotti li hanno cominciati a mettere in soffitta partendo dal lavoro. Anche identity politics e aristocrazia green odierna sono un attacco agli stessi ideali di uguaglianza a suo tempo imposti. Ripeto non per bontà d'animo ma perché c'era il vecchio ordine clericale-aristocratico da demolire. Per valutare anche l'impatto delle ideologie ricordiamo che dal 46 all'89 sia il blocco ovest che quello est hanno subito una pesante concentrazione di ricchezza, miliardari di qua, oligarchi di là. Ovviamente resta il fatto che continuare a demonizzare il fascismo dopo la psyop covid19 è indice di completa amoralità e mero tribalismo.
>>20024 >le pensioni siano un'ottima idea in quanto praticamente unico metodo di vero trickle down Non so nemmeno da che parte iniziare per affrontare una simile bestialità, soltanto in uno stato di parassiti passacarte poteva maturare una boiata del genere, chiaro che il fallimento dello stato e del sistema pensionistico sia lì'unica fine possibile. Al solito la ricchezza non è un gioco a somma zero e il famigerato "sgocciolamento" deriverebbe proprio dall'aumento della ricchezza invece dio tassare a morte ogni cosa che si muova fino a mandare pure la FIAT a Londra per dedicarsi al settore delle miniere d'oro invece che agli schemi Ponzi. >hanno anche oliato pesantemente lo scivolo verso la società dalla famiglia atomizzata Peccato che nel frattempo sostenevano politiche familiari sebbene per avere più carne da cannone possibile. >miliardari di qua, oligarchi di là che non sarebbero esattamente la stessa cosa, i primi soddisfano esigenze di mercato e produzione di ricchezza i secondi sono di nomina politica e di "amichettismo" e spesso i risultati non rispondono alle aspettative, per così dire. Piuttosto il Fascismo ha auto il limite di essere il sistema socialista "meno pulito" nel senso che il corporativismo che lo contraddistinse favorì la nascita di numerosi corpi intermedi per nomina politica dando luogo agli stessi problemi di efficienza del socialismo sovietico. Un caso su tutti i livelli pessimi di equipaggiamento della seconda guerra mondiale. Comunque aggiungo due collegamenti di opposta idea per sostenere la discussione. https://it.wikipedia.org/wiki/Politiche_sociali_del_fascismo https://jacobinitalia.it/il-falso-mito-delle-politiche-sociali-del-fascismo/

Report/Delete/Moderation Forms
Delete
Report